WE'RE SOCIAL!

IO E TE È GRAMMATICAMENTE SCORRETTO di Micol Agio

WoWoWo Lettori Compulsivi del Web, 
Oggi Luisa ci presenta la recensione di Io e Te è grammaticalmente scorretto.

  Titolo: Io e te è grammaticalmente scorretto
  Autore: Micol Agio
  Editore: Centauria
  Serie: n/a
  Data di pubblicazione: 16 marzo 2017
  Genere:  Romanzo Rosa, New Adult
  Collana: Talent
  Pagine: 367
  Prezzo: 4,99 € eBook - 8,42 € cartaceo
«Io» è lei, Marinella, secchiona e perfezionista, che come tutte sogna il ragazzo ideale ma è innamorata di uno che di ideale non ha proprio nulla. «Te» è lui, Mattia, zero voglia di studiare ma parecchio bisogno di essere promosso, e un sorriso a cui è difficile dire di no. Diversi come la A e la Z dei loro cognomi, divisi dall'intero elenco sul registro, uniti da una missione impossibile: far recuperare a Mattia la sufficienza in otto materie, in due mesi di tempo. Quando la sintassi, però, è quella dei sentimenti, non ci sono lezioni che tengano, bisogna inventarsi le regole. E si rischia di sbagliare, complici due amici troppo amanti dei cavalli, un sudamericano suadente, una classe di compagni fuori controllo e un supplente di educazione fisica giapponese con un sogno nel cassetto. Per tacere di Venezia: perché, diciamocelo, se uno vuole evitare di lasciarsi andare al romanticismo, abitare a Venezia è proprio una sfiga. Avventure, equivoci e colpi di scena si susseguono in un'irresistibile storia di amore e di grammatica (e di molte altre materie, tutte insufficienti), che fa ridere fino alle lacrime e tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Una cosa infatti è certa: c'è qualcosa di poco chiaro nel comportamento di Mattia, e non è solo il suo uso dei congiuntivi. Riuscirà Marinella Argenti a portare a termine la sua missione? Ma qual è, veramente, la sua missione?
Prima di iniziare questo libro non ero molto convinta, ma quando ho letto le prime pagine mi sono dovuta ricredere, mi ha travolta talmente tanto che l’ho finito in pochissimo tempo e sono piuttosto dispiaciuta che sia terminato. Sono rimasta così affascinata che mi sentirei di consigliarlo a chiunque.
Il titolo può trarre in inganno, si può pensare che sia qualcosa di banale, ma non è così, niente affatto: la trama è veramente ben costruita nonostante si tratti di una storia leggera.
In particolare ho amato la protagonista femminile, Marinella. La sua caratteristica principale è quella di saper viaggiare con l’immaginazione, e proprio per questo si ritroverà spesso nei guai.
Il protagonista maschile é Mattia che, nonostante l’autrice lo descriva come un ragazzo non eccessivamente bello, ha di certo un suo fascino.
Entrambi combineranno una serie interminabile di guai e ci saranno tantissimi litigi non solo tra loro due, ma anche con altri personaggi secondari.
Una fonte di ispirazione per Marinella saranno i ragazzi e le ragazze della 3 A, personaggi dalle diverse personalità, che faranno da cornice alle loro avventure.
È impossibile non affezionarsi a tutti, mi è sembrato persino di condividere con loro pianti, urla di gioia e di rabbia, sentendomi parte di quella classe tutt’altro che perfetta.
Il libro è narrato dal punto di vista di Marinella ed è scritto in prima persona, proprio grazie a questo possiamo leggere tantissimi pensieri della protagonista. L’autrice, Micol Agio, è stata veramente brava a mescolare scene divertenti, che sono riuscite sempre a strapparmi una risata, scene tranquille e leggere, non ci sono drammi importanti solo quelli di un’adolescente innamorata, e scene tristi, perché in alcuni casi mi è scesa anche qualche piccola lacrima.
Per chi come me ha terminato da poco il periodo liceale, può trovare in questo libro un modo per tornare indietro nel tempo e ricordare il passato.
Per concludere, “Io e te è grammaticalmente scorretto” riuscirà a farvi sorridere tantissimo, a piangere in altre situazioni, ma non lo cambierei di una virgola, è praticamente perfetto.




Nessun commento:

Posta un commento