WE'RE SOCIAL!

DECEPTION di Barbara Bolzan



WoWoWo Lettori Compulsivi del Web, 
Oggi Alexandra ci presenta la recensione del terzo volume della Rya series di Barbara Bolzan.

  Titolo: Deception
  Autore: Barbara Bolzan
  Editore: Delrai Edizioni
  Serie: #3 Rya Series
  Data di pubblicazione: 28 settembre 2017
  Genere:  Fantasy
  Collana: n/a
  Pagine: 457
  Prezzo: 2,99 € eBook - 14,03 € cartaceo
Nemi e Niken, fianco a fianco, avevano affrontato il sovrano di Idrethia ed erano sopravvissuti. Avevano vinto. La faccenda era molto semplice, perché la morte è molto semplice. Il resto, è solo conseguenza.
Blodric Herrand non c’era più. 
Io non ero più signora d’Idrethia.
Io non sarei mai stata regina.
Semplice.
Possiamo perdonare. Dimenticare, no. Quello, mai. Rya torna al proprio passato e guarda al futuro con occhi diversi. In lei si mescolano dubbi e incertezze: gli equilibri di potere in Idrethia sono cambiati e nessuno può più garantirle protezione. La principessa di Temarin deve sopravvivere e lottare ancora per difendere se stessa e la propria dignità. L’amore è una scelta, non un sentimento; l’amore non rende liberi, ma appaga desideri altrui a cui lei non può sottrarsi, se lo scopo è il ritorno a corte. 
Il prezzo da pagare, però, è alto quando si soffocano le vere emozioni. Il ritorno dell’uomo che Rya ama le sconvolgerà la vita, già difficile, e farà riaffiorare difficoltà prima sopite, sensazioni di un viaggio lontano, mai sbiadite, che con violenza tornano allo scoperto. 
Il terzo romanzo della Rya Series, dove verità inaspettate si mescolano a intrighi e vendette, e la sincerità di ognuno è messa in discussione. Di chi puoi fidarti quando in gioco c’è la tua stessa vita? Per quanto tempo si può vivere nella menzogna?
 il terzo volume della saga di Rya si apre dopo la morte di Boldric e l’ascesa al potere di Alher, il fratellastro di Nemi. Sin dall’inizio, si delinea una trama volta a infittire gli intrighi e i complotti, in modo che il lettore venga spinto a conoscere sempre di più, preda di quell’insaziabile sete di conoscenza che lascia con il fiato sospeso finché non si raggiunge l’ultima pagina.
Questo volume è un po’ l’anello di congiunzione dell’intera saga: tasselli importanti si ricompongono come pezzi di puzzle, tratteggiando un disegno carico di insegnamenti e significati da ricercare tra le righe.
Rya, ormai vedova, viene segregata in un casolare di campagna umido e inospitale, chiamato “Il Roseto”. Lì vivrà qualche anno, in attesa che suo cugino e sua sorella, che intanto tentano di accaparrarsi le grazie e i favori del nuovo sovrano di Idrethia, riescano a trovare un modo per riportarla a corte. Questo finché non sarà Rya stessa a trovare una scappatoia: facendo appello all’amore di Isan, nominato barone di Idrethia grazie a Niken, riesce a diventare sua sposa e a tornare nel castello. Da quel momento in poi, nuovi intrighi popoleranno le righe del romanzo e verranno date nuove risposte a domande che hanno tormentato il lettore sin dall’inizio di Fracture. Soprattutto, si viene a scoprire la verità su Sania e la vera identità di Niken: due colpi di scena che mi hanno tenuto con il fiato sorpreso e che proprio non mi aspettavo.
Lo stile della Bolzan è incredibile: ti culla, ti trasporta dolcemente in un mondo estraneo ma descritto alla perfezione, quasi come se si stesse vivendo sulla pelle le vicende. La sua penna è potente, a tratti cruda, vera. La sua maestria in questo romanzo emerge in maniera palpabile, perché è riuscita a trattare temi delicati, come la violenza domestica, in modo infido, insinuandolo pian piano in un climax che poi sfocia con crudeltà alla fine del romanzo.
È senza dubbio una storia forte, a parer mio bellissima: è la storia di Rya, del suo essere così umana da far paura. Stupenda nella sua imperfezione, continuo a trovarlo un personaggio strutturato a dovere. Così come tutti gli altri, perché le caratterizzazioni che Barbara ha donato loro li rende distinguibili l’uno dall’altro, quasi uscissero dalla carta.
Non mi resta che consigliare a tutti questa lettura, con un avvertimento importante: non riuscirete a staccarvi dalle pagine!



2 commenti:

  1. Grazie per aver dedicato il vostro tempo alla nostra Barbara. Splendida recensione!

    RispondiElimina
  2. Grazie infinite, Alexandra, per questa lettura di DECEPTION <3

    RispondiElimina