WE'RE SOCIAL!

SHADOWHUNTERS: SIGNORE DELLE OMBRE di Cassandra Clare



WoWoWo Lettori Compulsivi del Web, 
Oggi Laura ci presenta la recensione di "ShadowHunters: Signore delle Ombre" di Cassandra Clare.

  Titolo: Shadowhunters: Signore delle ombre
  Autore: Cassandra Clare
  Editore: Mondadori
  Serie: #2 The Dark Artifices
  Data di pubblicazione: 19 settembre 2017
  Genere:  Urban Fantasy
  Collana: Chrysalide
  Pagine: 649
  Prezzo: 9,99 € eBook - 16,92 € cartaceo
Onore, senso del dovere, rispetto della parola data: questi sono i principi che guidano l'esistenza di ogni Shadowhunter. Oltre alla certezza che non esista un legame più sacro di quello che unisce due parabatai, compagni di battaglia destinati a combattere e a soffrire insieme. Un legame che mai e poi mai - questo dice la Legge - dovrà trasformarsi in amore. Emma Carstairs sa bene che il sentimento che la unisce al suo parabatai, Julian Blackthorn, è proibito e che proprio per questo potrebbe distruggere entrambi. Sa anche che, per non rischiare la loro vita, dovrebbe scappare il più lontano possibile da lui. Ma come può farlo, proprio ora che i Blackthorn sono minacciati da nemici provenienti da ogni dove? L'unica loro speranza sembra racchiusa nel "Volume Nero dei Morti", un libro di incantesimi straordinariamente potente su cui tutti vogliono mettere le mani. Per questo, dopo aver stretto un patto con la Regina Seelie, Emma, la sua migliore amica Cristina, Mark e Julian Blackthorn partono alla ricerca del libro, affrontando mille insidie, imbattendosi in potenti nemici ben consapevoli che nulla è ciò che sembra e nessuna promessa è degna di fiducia. Nel frattempo, a Los Angeles, la tensione crescente tra Shadowhunter e Nascosti ha rafforzato la Coorte, la potente fazione interna al Consiglio strenua sostenitrice della Pace Fredda e disposta a tutto pur di impossessarsi dell'Istituto. Ben presto però un'altra, nuova minaccia si fa avanti, sotto le spoglie del Signore delle Ombre - il Re della Corte Unseelie -, che spedisce i propri guerrieri migliori sulle tracce dei Blackthorn e del libro. Con il pericolo ormai alle porte, Julian concepisce un piano rischioso che prevede la collaborazione con un personaggio imprevedibile. Ma per ottenere la vittoria finale sarà necessario pagare un prezzo che lui ed Emma non possono nemmeno immaginare, e che avrà ripercussioni su tutti coloro e tutto ciò che hanno di più caro al mondo.
Leggere i romanzi di Cassandra Clare è sempre emozionante. Con il suo stile fluido ed elegante riesce a catturare sin da subito l’attenzione del lettore, che pagina dopo pagina si lascia incantare e coinvolgere da una storia in cui i colpi di scena non mancano di certo!
Questo anche grazie alla scelta narrativa differente rispetto al precedente romanzo nel quale l’alternanza dei pov era suddivisa capitolo per capitolo nella classica maniera.
Ne "Il Signore elle ombre", invece, i personaggi hanno la possibilità di raccontare la storia in un’alternanza di punti di vista interni negli stessi capitoli, che può creare uno smarrimento iniziale, ma allo stesso tempo dona al romanzo una fluidità e un ritmo incalzante.
Trovo che sia stata una scelta innovativa rispetto al suo stile abituale, poiché riesce a dare maggior risalto a sfumature caratteriali dei tanti personaggi, che altrimenti non sarebbero emerse.  
Nella caratterizzazione dei personaggi si denota, una spiccata accuratezza nei piccoli dettagli personali, che fanno vivere al lettore con una più ampia partecipazione le sorti dei personaggi, entrando nei meccanismi emotivi che essi suscitano.
Così da sentire la sofferenza palpabile della giovane Emma e di Julian uniti da un legame sempre più intenso, un amore contrastato e proibito.
Emma in più punti del romanzo mi ha fatto provare tenerezza in questa sua lotta interiore tra il lasciarsi sopraffare dai sentimenti e il senso di dovere a cui è legata, attimi in cui anche una carezza o il tenere per mano il suo Julian, la fanno sussultare e la rendono ancora più forte.
Julian è il personaggio maschile che in questo romanzo mi entrato più nel cuore: il suo senso di protezione per i fratelli, la determinazione che mette nel portare avanti le sue strategie per giungere ai suoi obiettivi, sono ammirevoli.
Ma credetemi, sul finale mi si è stretto il cuore, perchè per quanto si possa lottare il destino spesso è beffardo e traditore, ferisce proprio dove mai vorresti!  
Ma la Clare ormai è un' autrice che mi regala amori tormentati, incline a proporre triangoli amorosi ben congegnati e, come se non bastassero i conflitti amorosi di Emma e Julian, ci dà un ulteriore tormento in stile "mai una gioia": Mark-Cristina-Kieran!!
Il tutto si intreccia alla storia, regalando un quadro d'insieme complesso, ma davvero ben articolato. Tutti gli innumerevoli protagonisti ci guidano nelle loro avventure, tra incantesimi, misteri, inganni svelati e verità inaspettate, dove quasi non si finisce di assimilare un colpo di scena che subito accade un evento che nuovamente mette in discussione quanto precedentemente si è appreso.
Che dire, un romanzo che decisamente non annoia, che ci fa immergere in sentimenti forti: amore, passione, dovere, rancori, vendetta e tradimenti, morte.
Non resta che aspettare con trepidazione il finale di questa trilogia. Davvero sono pronta a tutto, perché Cassandra, ne sono certa, non ci risparmierà nessun colpo di scena!




1 commento:

  1. Bellissima recensione! Condivido ogni singola parola! :D
    Mi ero dimenticata che lo stile di narrazione con il cambiamento di pov era diverso nella "Signora della Mezzanotte"... comunque sia, anch'io ho apprezzato, e molto, lo stile di questo libro; la narrazione è dinamica, quasi al cardiopalma!
    Riguardo invece il rapporto tra Emma e Julian, questa volta mi ha incuriosita di più il triangolo Mark-Cristina-Kieran! :O

    RispondiElimina