WE'RE SOCIAL!

ASCENSION di Lorelei Bell


WoWoWo Lettori Compulsivi del Web, 
Oggi Desirèe ci presenta la recensione di "Ascension".

  Titolo: Ascension
  Autore: Lorelei Bell 
  Editore: Self Publishing
  Serie: #1 Sabrina Strong Series
  Data di pubblicazione: 19 gennaio 2017
  Genere:  Fantasy
  Collana: n/a
  Pagine: 466
  Prezzo: 2,23 € eBook - 20,30 € cartaceo
Rimasta al verde dopo la morte del padre, Sabrina Strong non è entusiasta all’idea di lavorare per l’Associazione Vampiri del Nord America.
Spinta dalle pile di bollette che si accumulano e dal desiderio segreto di scoprire l’identità di una misteriosa figura che la perseguita in sogno, Sabrina viene attaccata mentre sta andando a fare un colloquio di lavoro. Viene salvata per un pelo da un vampiro di passaggio – un vampiro che le è stranamente familiare. Potrebbe essere colui che tanti anni prima ha trasformato sua madre e marchiato Sabrina come di sua proprietà?
Tuttavia, le preoccupazioni di Sabrina vengono accantonate dopo che viene assunta per indagare sull’omicidio di Letitia, la compagna del maestro vampiro Bjorn Tremayne. Sabrina si ritrova presto coinvolta in tresche pericolose quando l’Associazione Vampiri del Nord America si trova ad essere minacciata da coloro che bramano di saziare i propri avidi desideri.
Adoro i romanzi rosa, ma questa volta ho voluto intrattenermi con uno più Fantasy pensando che potesse essere allo stesso livello di Twilight che personalmente ho adorato.
La trama è molto complessa, il tutto si concentra su sesso, morsi di vampiro e visioni. Le descrizioni le ho trovate un po' esagerate: descrivere le misure delle stanze in metri quadri o l'altezza dei personaggi in centimetri esatti, per esempio, diventa anche esagerato. Ok le descrizioni, ma spesso sono talmente dettagliate da distogliere l'attenzione.
La storia non l'ho adorata fin dall'inizio, devo essere sincera, però non lascio mai romanzi in sospeso per cui ho voluto finirlo e non me ne sono pentita. Sin da subito non sono riuscita ad immedesimarmi con la protagonista, la descrizione del suo stato d'animo era, secondo me, del tutto assente, chiaramente avrei preferito queste a quelle estreme date sui luoghi. Ho iniziato ad interessarmi maggiormente a metà libro, più che altro perché non era ben chiaro cosa sarebbe successo. Insomma, l'autrice è stata brava a mantenere un alto livello di suspance fino all'ultima pagina. Non si tratta di un romanzo autoconclusivo e questo mi ha lasciato decine di dubbi su diversi fatti che non sono stati risolti.
Nell'insieme una bella storia, molto articolata e piena di colpi di scena. Lo consiglio a chi ama questo genere.



2 commenti: