WE'RE SOCIAL!

FABIANA ANDREOZZI



WoWoWo Lettori compulsivi del web, 
Benvenuti a The Asylum of  Authors, la nostra rubrica dedicata agli autori. Oggi a tenerci compagnia e a rispondere alle nostre domande abbiamo il piacere e l'onore di avere Fabiana Andreozzi, autrice di "Non voglio innamorami" scritto a quattro mani, ma non solo. In questa intervista avremo infatti l'occasione di conoscerla meglio e scoprire qualcosa di interessante sul suo amore per la lettura. 

MA CHE STIAMO ASPETTANDO? COMINCIAMO!

Chi si nasconde dietro la tastiera? Parlaci un po' di te.
Dietro la tastiera si nasconde sempre la stessa persona :D è che io sono una di quelle persone che si presenta allo stesso modo in ogni situazione.
Sono una alla mano e piena di passioni, starei ore a parlare di quello che amo. Mi piace tantissimo conoscere nuove persone, intessere rapporti umani, fare nuove esperienze, viaggiare per scoprire il mondo.
Sono una persona organizzata ma al tempo stesso un vulcano di idee, troppe e non riesco a star dietro a tutte.
Mi piace tanto rendermi utile e anche se spesso vado veramente in sofferenza mi faccio in quattro per gli altri.
Nella mia vita reale non sono una scrittrice, sono laureata in psicologia ma poi lavoro in un’azienda di formazione.   

Raccontaci come ti sei avvicinato/a al mondo della scrittura.
Mi sono avvicinata al mondo della scrittura da quando in prima elementare mi hanno insegnato a scrivere. All’inizio c’erano più disegni che scritte, poi sono diventate pagine e pagine di quaderni, perché ai tempi miei non avevo ancora un pc né la rete internet. Sicuramente la spinta è venuta dai libri, sono stata cresciuta in mezzo ai libri fin dai primi mesi di vita e ogni volta chiedevo ai miei di comprarmene altri. Sono sempre stata compulsiva nell'acquisto fin dalla tenera età.

Quali sono i tuoi hobby?
I miei hobby sono la lettura, la scrittura, viaggiare, i manga.

Quale dei personaggi dei tuoi romanzi senti più vicino?
Il più vicino in assoluto è quello di Flavia, la protagonista dell’ultimo romanzo pubblicato in self, Non voglio innamorarmi di te. È una delle poche volte in cui un personaggio mi rispecchia quasi al 99%. Flavia fa il mio lavoro, parla come me, ha i miei pensieri, le battute di sua mamma sono quelle della mia. Insomma un’eroina reale in tutto e per tutto. Di romanzato c’è solo la sua storia d’amore perché le sfighe potrebbero essere le mie.
Ma anche in tutti gli altri c’è qualche parte di me, del mio vissuto, di quello che mi circonda, di quello che leggo.

Per descrivere i tuoi personaggi  ti ispiri a delle persone reali o sono frutto della 
tua immaginazione?
Assolutamente mi ispiro alla realtà! Come dico sempre, la realtà sa essere più fantasiosa della fantasia stessa- A volte mi fa sorridere quando leggo alcuni commenti ai miei libri in cui dicono ma no questa situazione è impossibile e irreale, oppure quel personaggio non può esistere così… mi fa sorridere perché attingo a man bassa da tutto quello che mi circonda, amici, parenti, colleghi, conoscenti, ex fidanzati, sconosciuti… quindi vi assicuro che anche quelli che vi sembrano irreali sono perfettamente reali.

Hai uno pseudonimo? Se sì, cosa ti ha spinto ad usarlo?
Quando ho iniziato a pubblicare con una piccola casa editrice avevo scelto di pubblicare con uno pseudonimo, Licio, perché era quello con cui mi conoscevano tutti sui forum, per cui non aveva senso uscire con il mio nome e cognome che non lo conosceva nessuno. 
Licio è il nome che aveva affibbiato un mio ex ragazzo a un gattino che gli avevo regalato. È diventata la mia identità sul web perché nessuno usava mai questo nick sui forum… poi mi piaceva perché molti si confondevano pensando fossi un ragazzo che scriveva rosa :D
Poi la seconda casa editrice mi ha costretto a pubblicare con il mio nome per cui ormai sono ovunque Fabiana Andreozzi, ma non vi nascondo che non lo avrei mai usato, non perché mi vergogno a far sapere che scrivo, ma perché non mi piace proprio il mio cognome :D


Il  tuo  genere  è il rosa.
Quali  sono  le  caratteristiche  di  tale  genere  e,  quindi,  le motivazioni che ti hanno spinto a preferirlo agli altri?
Amo il rosa in tutte le sue declinazioni, dai romanzi più fantasy a quelli più young per arrivare allo storico e al classico rosa contemporaneo. Il filo conduttore è sempre l’amore in tutte le sue sfaccettature. Amo il lieto fine e il parlare dei sentimenti. In realtà non lo preferisco ad altri generi semplicemente l’amore è il filo conduttore che non manca mai in ogni mio romanzo di qualsiasi genere sia.

Parlaci del tuo sogno nel cassetto.
Il mio sogno nel cassetto è quello che uno dei miei romanzi arrivi all’estero, lì a quanto pare la gente che legge è di più, anche se c’è da dire che pubblicano molti più libri rispetto che qui in Italia. A quanto pare, dopo tanto penare, un romanzo oltre oceano ci arriverà davvero, Colpo di fulmine da Harrods, che diventerà Falling in love at Harrods.
A questo punto speriamo che qualcuno lo leggerà :D

Qual è il tuo rapporto con il lettore? Descrivilo in tre parole
Non ho lettori… tre parole :D No scherzo! Sono poche ma speciali e cerchiamo di accontentarle quando ci invitano a scrivere seguiti, altri pov.

Self- Publishing o casa editrice?
Dopo anni di pubblicazione con piccole CE mi sono letteralmente innamorata del Self Publishing, quindi continuerò così senza rimpianti perché mi piace avere la piena libertà di prendere decisioni in merito alle cover, ai costi, al titolo e a tutto il resto.
Viva il self!!

Parlaci dei tuoi supporter numero uno.
I miei support numero uno sono quelle che sono diventate le mie care amiche Virginia, Chicca e Fra. Le mie lettrice, le mie amiche, le mie colleghe di blog e di gruppo e quelle che mi fucilano se non scrivo e se non mi sbrigo :D

Retroscena divertenti mentre scrivevi un tuo romanzo.
Oddio non mi viene in mente nulla, se non il fatto che la maggior parte delle volte quando scrivo commedie mi trovo a ridere come una cretina da sola davanti al pc… i deliri di solito li faccio a fine romanzo, soprattutto con Vanessa Vescera, tipo quella volta che terminato il libro sulle sirene ci siamo infilate nella sua vasca da bagno con i pigiami delle sirenetta, forchette, pesci e libri… su fb girano ancora le nostre foto folli ;D

C’è uno scrittore in particolare al quale ti ispiri?
Me ne piacciono tantissimi ma non mi ispiro a nessuno perché non sarei in grado di avvicinarmi alla loro bravura nemmeno alla lontana, ma restano uno spunto di riflessione, uno spunto a cui tendere. Mi piace tantissimo la Rowling, la Kinsella e Amabile Giusti.

Qual è la tua opinione sul mondo letterario odierno?
Questa è una domandona molto ampia, cercherò di essere sintetica, anche se la sintesi non è il mio forte. 
Quello che mi piace poco del mondo letterario soprattutto italiano è il fatto che gli editori ci fanno leggere libri come se diventassero mode del momento. Prima i vampiri, gli erotici simil porno, poi i new adult, poi i dark, ora vanno i rockettari e gli sportivi… poi se si guarda all’estero lì ogni giorno escono milioni di libri di ogni genere e uno non è costretto a leggere seguendo le mode, così come uno scrittore non è costretto a scrivere seguendo mode, ma seguendo quello che ha piacere di raccontare.
Purtroppo il nostro è un mercato troppo ristretto visto che i lettori sono pochissimi.
Dall’altro lato odio tutte le scorrettezze che ogni giorno escono su fb, o i litigi tra le autrici che non mostrano certamente ai lettori il nostro lato migliore.
Tutto questo ha reso questo mondo fantastico inquinato e poco pulito, ogni giorno c’è una polemica diversa.

Cosa pensi dei blog letterari? Credi siano utili?
I blog svolgono un lavoro utilissimo nel far conoscere i libri che escono, senza blog molti me li sarei persa. Non posso pensare che bene visto che ne ho una anche io che gestisco con le mie compagne di avventura.

Tre cose che non possono mancare quando scrivi.
Il pc, la connessione internet per fare ricerche e il tempo.

Tre motivi per i quali i lettori dovrebbero scegliere i tuoi libri.
Uhm che domanda difficile, non sono brava a sponsorizzare i miei libri. Comunque sicuramente posso alcuni dei miei libri posso consigliarli a chi ama leggere letture divertenti che al tempo stesso fanno riflettere. Perché in tutte le storie i personaggi sono molto coerenti e reali, anche se a molti sembrerà proprio il contrario. E a chi piacciono i maschi alfa in molte delle mie storie ce ne sono e sono sempre diversi e sempre hanno un motivo per esserlo.

C’è una casa editrice con la quale ti piacerebbe avere una collaborazione in futuro?
La mia CE preferita è la Sperling. Se proprio dovessi pubblicare con qualcuno mi piacerebbe con loro.

Qual è il tuo momento ideale per scrivere?
Non ho un momento ideale per scrivere. Io scrivo solo quando sono ispirata per questo non è mai tutti i giorni o a tutte le ore. Di solito l’ispirazione viene nei momenti sbagliati tipo mentre guido. Per non ammazzarmi mi faccio tanti vocali che poi userò per scrivere di sera tardi mentre mio figlio fa le ninne.

Vuoi lasciarci qualche citazione?
L’unica che mi viene in mente al momento è quella di un personaggio un po' folle di cui scrivevo anni fa e non è mai stato pubblicato. L’eroina del romanzo era un po' sopra le righe e spesso diceva: Non ci sono per me stessa, figuriamoci per gli altri.
Mi faceva divertire talmente tanto che per mesi questa frase è stata la mia sulla vecchia di messenger… una frase praticamente agli antipodi rispetto a me che ci sono per tutti tranne che per me stessa :D

Progetti per il futuro?
I progetti per il futuro sono tantissimi e non so dove troverò il tempo per portarli tutti a termine. Il primo è il romanzo che sto scrivendo da sola e che ho perso una marea di volte tra i meandri del mio pc.
Poi devo pubblicare con Vanessa Vescera la versione integrale di Kiss me baby e una nuova storia che parla dell’Africa e ovviamente d’amore.
Con Sara Pratesi abbiamo tanti progetti… a gran richiesta un nuovo spin off di Love Match dedicato a Tommaso. L’incontro scontro tra due serie love match e liars, che diventerà love liars… e una nuova serie molto molto briosa e divertente, yes I do.
Con Antonella Maggio un altro romanzo molto spassoso e divertente tra Roma e Barcellona.

Ultima cosa prima di lasciarti tornare alla tua quotidianità, un saluto per i nostri lettori.
Grazie a tutti voi per avermi concesso questo spazio e raccontarvi di me e dei miei libri.

Ringraziamo sentitamente Fabiana per questa bellissima intervista che ci ha permesso di conoscerla meglio. Ma non finisce qui, perché la nostra cara autrice vi aspetta sul nostro GRUPPO FACEBOOK per continuare a rispondere alle VOSTRE DOMANDE che vi daranno anche la possibilità di vincere una copia cartacea del suo ultimo romanzo "Non voglio innamorarmi".
Ciauuu!

2 commenti:

  1. Ciao, ho iniziato a segurti..spero passerai da me Se fosse per sempre
    Un bacio, ale

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Ti ho nominato per il Liebster Award 2017! Ti lascio qui il link se ti va di partecipare:
    http://unabuonalettura.blogspot.it/2017/10/liebster-award-2017-terza-nomina.html

    RispondiElimina